Michel: Ucraina, ingresso in Ue discusso entro giugno

BRUXELLES – “Si suppone che entro la fine di giugno la Commissione pubblichi il parere” sulle risposte ucraine al questionario compilato da Kiev per la candidatura a Paese membro Ue. Lo ha detto il presidente del Consiglio Ue Charles Michel in conferenza stampa da Kiev. Poco prima il presidente Volodymyr Zelensky aveva definito “una priorità” l’adesione dell’Ucraina all’Unione.

“Il 5 maggio sarà il punto di partenza del Solidarity Trust Fund per l’Ucraina con la conferenza internazionale dei donatori: è molto importante iniziare il prima possibile il programma di ricostruzione”. La conferenza dei donatori sarà organizzata “insieme alla Polonia e alla Svezia, con il supporto della Commissione europea, degli stati membri e diverse organizzazioni internazionali”, ha precisato Michel.

“Putin non riuscirà a distruggere la sovranità dell’Ucraina e anche a dividere l’Ue. L’ho già detto: prima o poi colpiremo anche il petrolio e il gas russi. Abbiamo già deciso di voler fermare la nostra dipendenza dalla Russia e ci stiamo lavorando”, ha aggiunto Michel rispondendo a chi gli chiedeva dell’eventuale stop della Germania a ulteriori sanzioni energetiche contro Mosca. E a Zelenski ha detto: “Non sei solo. Faremo tutto ciò che serve per dare il nostro supporto”. “Sono andato a Borodyanka per vedere con i miei occhi la situazione. Non ci sono parole, non come presidente del Consiglio Ue, ma come padre. Queste atrocità, questi crimini devono essere puniti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.